Blog, Problematiche del capello

Dermatite seborroica: come gestirla?

capelli sporchi, dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una condizione della pelle che influisce anche sull’aspetto e sul benessere dei capelli. In questo articolo vediamo cosa la causi, come gestirla e quando sia il caso di rivolgersi ad un esperto.

Cos’è la dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una malattia della pelle che colpisce principalmente il viso e il cuoio capelluto. Può comparire in qualsiasi età, ma le persone più colpite sono i neonati nei primi tre mesi di vita (comunemente nota anche come crosta lattea) e gli adulti fra i 30 e i 60 anni. La malattia colpisce circa il 3-5% della popolazione mondiale ed è causata da un lievito chiamato Malassezia furfur.

Quali sono i sintomi della dermatite seborroica?

Donna con capelli crespi prima del trattamento con Everygreen Anti fizz
woman grabbing her tangled hair in frustration on grey background

La dermatite seborroica può avere diversi sintomi. I più comuni sono forfora, arrossamento e infiammazione della pelle, prurito e bruciore, squame untuose. In alcuni casi sono presenti anche dolore e alopecia (mancanza di capelli in una determinata zona).

Molte persone affette da questa condizione notano come i sintomi si intensifichino nei mesi freddi per poi migliorare sensibilmente con l’arrivo dell’estate; questo avviene perché l’esposizione ai raggi UV stimola le naturali difese della pelle.

Altri fattori che contribuiscono a peggiorare i sintomi sono lo stress eccessivo, il consumo di bevande alcoliche, una dieta non equilibrata, il fumo e in generale tutti quei comportamenti che generano o contribuiscono a generare stati infiammatori nel corpo.

Come influenza i capelli?

La dermatite seborroica influisce non solo sulla pelle del viso ma anche sul cuoio capelluto, causando una desquamazione della cute, la famigerata forfora. L’eccesso di sebo conferisce ai capelli un aspetto untuoso e “grasso”, facendoli sembrare “sporchi” già poche ore dopo il lavaggio.

Dermatite seborroica: come gestirla e come curarla

donna disperata a causa della dermatite seborroica

La dermatite seborroica non è pericolosa e non è contagiosa ma i suoi sintomi, in particolare il prurito, possono essere molto fastidiosi tanto che in alcuni casi diventa necessario assumere farmaci per curarla. Spesso, tuttavia, è sufficiente seguire alcuni semplici accorgimenti per gestirla e alleviare i fastidi.

Per gestire la dermatite seborroica si possono scegliere creme e lozioni che associno principi attivi antimicrobici che contrastino l’attacco del fungo responsabile della dermatite a sostanze lenitive che calmino la pelle infiammata. Un’altra soluzione è quella di utilizzare un detergente specifico medicato, sempre su consiglio del medico o del farmacista.

La regola d’oro è sempre evitare detergenti aggressivi e irritanti che vadano ad esacerbare la condizione di stress ed infiammazione della cute; a questo scopo è anche bene evitare di usare cosmetici occlusivi e ricchi di lipidi ed evitare di lavare i capelli tutti i giorni.

Un consiglio su tutti è quello di non grattarsi, nonostante possa essere difficile e si possa trovare sollievo nel farlo, grattarsi danneggia ulteriormente la cute infiammata, aiutando i patogeni a proliferare e peggiorando la situazione di fastidio e disagio.

La risposta di Everygreen per la dermatite seborroica

In risposta ai sintomi della dermatite seborroica, Everygreen ha creato lo shampoo Rebalancing ad effetto sebonormalizzante che grazie alle funzioni dermopurificante, emolliente e lenitiva di estratto di betulla, estratto di ortica, olio bio di macadamia e olio essenziale di rosmarino, deterge il capello e la cute senza aggredirla e regola l’eccessiva produzione di sebo.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.