Blog, Problematiche del capello

Caduta dei capelli: quando iniziare a preoccuparsi?

Perché i capelli cadono?

Partiamo dalla domanda principale, quella che si pongono tutti: perchè i capelli cadono?

Le cause della caduta dei capelli sono le più varie e possono essere divise i due grandi categorie: cause interne e cause esterne.

Per cause interne si intendono tutte quelle cause che hanno a che fare con la fisiologia della persona. Alcune cause interne possono essere legate all’alimentazione, ad uno squilibrio ormonale o a fattori come lo stress.

Le cause esterne, invece, hanno a che vedere con l’ambiente: dal cambio di stagione all’esposizione al sole o al freddo fino al trattamento dei capelli con prodotti o accessori troppo aggressivi, rappresentano tutte cause esterne.

Quali sono i mesi in cui cadono i capelli?

portrait-of-a-confused-young-woman-looking-at-her-hair (1)

Una causa esterna, molto comune, della caduta dei capelli è il cambio di stagione: non è raro vedere che in primavera e in autunno perdiamo una grande quantità di capelli durante il lavaggio. La caduta è una risposta fisiologica agli stress a cui i nostri capelli sono sottoposti in estate (con il sole e il caldo) e in inverno (con il vento e il freddo). È quindi la stagione che ci fa
cadere i capelli? Non proprio: il ciclo di vita del capello dura circa tre mesi, gli effetti dello stress dato dalle temperature estreme estive e invernali, diventano visibili proprio quando le temperature cominciano a diventare più miti.

Quando preoccuparsi della perdita dei capelli?

In condizioni normali, una persona sana perde dai cinquanta ai cento capelli ogni giorno, tuttavia, non è raro che questa quantità aumenti in periodi di particolare stress, con il cambio di stagione o se si viaggia verso luoghi con temperature molto diverse da quelle a cui siamo abituati.

Quando però la caduta dei capelli si fa più consistente (oltre i 100 capelli al giorno) e si protrae per un periodo di tempo più lungo (oltre un mese) è bene consultare un dermatologo, ancor meglio se specializzato in tricologia, per analizzare il problema e comprendere se sia necessario portare avanti delle analisi più approfondite.

Ora, una precisazione è d’obbligo: non ci aspettiamo che qualcuno si metta a contare ad uno ad uno i capelli che perde per assicurarsi che siano meno di cento, come regola generale però, se si nota un aumento della caduta dei capelli e questo si protrae nel tempo, potrebbe essere necessario informare il proprie medico di base e chiedere consiglio su eventuali passi successivi.

Vuoi contrastare la caduta dei capelli? prova il KIT Loss Control di Everygreen!

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.