Magazine

Armocromia: i colori capelli giusti per donne primavera e autunno

Secondo le regole dell’armocromia, primavera e autunno sono le stagioni dominate dai colori caldi: primavera predilige i toni brillanti e dal forte contrasto, autunno preferisce toni più dimessi e contrasti meno marcati.

Vediamo nel dettaglio come consigliare alla cliente il colore giusto per la sua stagione cromatica:

Primavera

Una cliente primavera (o spring) è una donna luminosa nei colori e nei contrasti; spesso ha gli occhi chiari, un contrasto elevato che fa risaltare i lineamenti del viso e la pelle dal sottotono caldo.

A fare la differenza non è il colore dei capelli nello specifico (non esiste un colore adatto ad una stagione in particolare) ma i riflessi che, per la donna spring, devono essere caldi e luminosi, devono portare luce e movimento nella chioma. Via libera a colpi di luce color miele per le bionde e color caramello per chiome castano chiaro.

Attenzione quindi alla scelta delle tinture e ai tempi di posa dei tonalizzanti, da modulare bene per evitare colorazioni cenere e sfumature eccessivamente fredde.

Assolutamente da evitare è il nero, nemico acerrimo delle palette calde. Se la cliente chiede espressamente un colore molto scuro, al posto del nero si può ripiegare su un castano cioccolato intenso con schiariture calde tendenti al rosso che crea armonia con l’incarnato rispettando i desideri della persona seduta sulla poltrona.

Autunno

La donna autunno (autumn) è caratterizzata da toni caldi nella pelle e nel colore naturale dei capelli, e da un basso livello di contrasto tra i colori del proprio viso.
Spesso una cliente autunno ha la pelle tipicamente mediterranea, ambrata o olivastra, che si abbronza con facilità prendendo sfumature dorate e senza arrossarsi facilmente e ha gli occhi verdi o castani.

Anche in questo caso non fa differenza strettamente il colore, una persona autunno può avere i capelli naturalmente biondi, castani o anche rossi, ciò che crea armonia sono le tonalità dei colori che tendono ad essere più scure e soft, meno brillanti dei capelli summer.

La strada da percorrere è quindi quella di una colorazione che si avvicini al colore naturale, ravvivata da schiariture calde tono su tono, color nocciola sui castani più scuri, color mogano o dai toni ramati per i capelli naturalmente rossi e color miele o caramello per i biondi che, solitamente, rimangono su toni più scuri e tendenti al castano chiaro.

De evitare assolutamente è ancora una volta il nero: non c’è da farsi ingannare dalle carnagioni più scure, il nero è un colore freddo e non sarebbe in armonia con i colori di una persona autunno. 

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.